Home / Sport / Sport Equestri / Far Salire il Cavallo sul Van

Far Salire il Cavallo sul Van

Far Salire il Cavallo sul Van

La sedimentazione di eventi passati, i comportamenti umani, l’ambiente, e la particolare situazione caratteriale momentanea dell’animale, costituiscono alcuni degli elementi che intervengono pesantemente all’atto di indirizzare il cavallo verso la salita nel van o nel rimorchio.

Bisogna essere accorti e prudenti, rispettando la sensibilità di un essere che comunque è costretto a svolgere un’azione contro la propria volontà.

E questo avviene anche per la cosiddetta fase di scarico, soprattutto considerando il nervosismo e le difficoltà affrontate durante il tragitto.

Teniamo comunque sempre presente un fattore: il cavallo ha paura delle situazioni inedite, ovunque esse capitino, e può reagire scompostamente.

L’Ambiente “Ostile” del Van

A livello fisico, nel cavallo sottoposto a trasporto, è stata riscontrata un’elevata frequenza cardiaca, soprattutto nei momenti iniziali di carico.

Non è difficile da comprendere il perchè: immaginate di stare entrando in un ambiente oscuro, dall’odore particolare, stretto, e senza vie d’uscita.

E’ bene riconoscere ciò per poter comprendere appieno il problema: l’ambiente di cui si stanno descrivendo le caratteristiche è quanto di più lontano possa esistere per assicurare un sufficiente grado di comfort ad un cavallo.

Modi Sbrigativi del Conducente

All’ambiente non proprio ideale del van si deve aggiungere una spesso accentuata sbrigatività burbera da parte di colui che è chiamato a caricare il cavallo sul mezzo.

Proprio quando l’animale avrebbe bisogno di essere coccolato e rassicurato, spesso per motivi di tempo, si finisce col forzare la mano, magari anche con effetti controproducenti.

Infatti, l’unico risultato è quello di irrigidire i rapporti tra uomo e animale, con conseguenze spiacevoli e dannose per entrambi.

Nel convincere il cavallo a salire sul mezzo bisogna invece essere pazienti, tenaci e tranquilli.

Soltanto la calma e la cura possono portare ai migliori risultati, duraturi nel tempo, poiché un cavallo ben addestrato e con buone esperienze precedenti può arrivare a salire autonomamente e senza nessuno sforzo sul mezzo.

Motivi della Paura del Cavallo

Il cavallo teme tutto ciò che non conosce, tutto ciò che è nuovo.

Pertanto l’entrata in un mezzo sconosciuto lo mette in forte apprensione.

Il van solitamente è anche un ambiente piuttosto buio, e non permette al cavallo di vedere ciò che lo aspetta e gli eventuali pericoli.

La rampa per la salita costituisce poi un ulteriore ostacolo, poiché viene spesso percepita come poco sicura oppure come una vera e propria voragine che potrebbe inghiottire il cavallo, soprattutto se essa è di colore scuro o di metallo.

Ecco infatti perché ricoprire la rampa con della lettiera spesso agevola le fasi di salita e di discesa del cavallo.

E’ comprensibile, in considerazione di tutte queste motivazioni, come salire sul van sia l’ultima cosa che il cavallo vorrebbe fare.

E ciò accade non solo la prima volta, con l’effetto novità, ma spesso anche con i trasporti successivi.

Il motivo è presto detto: il cavallo tende ad associare la salita sul van con le fatiche ed i traumi dei trasporti precedenti, pertanto sarà molto restio a voler salire sul mezzo.

Vero è che, con un buon addestramento, il cavallo può arrivare a superare ogni paura, ma qui entrano in gioco le capacità e la buona volontà dell’addestratore.

Cosa Fare

Si può fare molto per rendere più facile la salita del cavallo sul mezzo di trasporto.

Se possibile è bene rendere l’interno del van il meno buio possibile.

Per questo è bene aprire tutte le finestre del van, oppure utilizzare l’illuminazione artificiale. In questo modo il cavallo non avrà la paura di un ambiente buio che lo aspetta.

La rampa d’accesso va posizionata nel modo più stabile possibile, in modo che non sia muova, e che emetta il minor rumore possibile quando vi si sale – per questo si può posizionare della paglia sotto la rampa –.

Una rampa stabile e silenziosa eviterà al cavallo la sensazione di trovarsi su di un terreno cedevole e quindi molto pericoloso.

Infine sulla rampa andrà posizionata della lettiera, in modo che il cavallo non la scambi per una voragine od un terreno instabile, e vi salga senza problemi, poiché la lettiera è un materiale ben conosciuto.

Ecco quindi che con pochi piccoli semplici accorgimenti si può facilitare di molto la salita del cavallo sul van.

Addestramento

La tecnica migliore per far salire il cavallo su un van è senza ombra di dubbio un buon addestramento apposito preventivo.

Non si capisce come mai l’addestratore dedichi giorni o settimane per insegnare al cavallo esercizi complessi, ma non trovi il tempo per insegnare in modo definitivo al cavallo ad entrare dentro il van.

Infatti con un addestramento veramente buono si riuscirà a far comprendere al cavallo che non vi è nulla da temere nell’oscurità de van.

Inoltre addestrare preventivamente il cavallo a salire sul van permette di evitare l’associazione van = dolore.

Infatti se il cavallo sale per la prima volta su un van quando deve essere trasportato, subirà tutti i disagi del trasporto, compresi colpi e botte.

Quindi assocerà l’idea del salire sul van con questo supplizio, e certo non sarà contento di risalirvi.

Se invece le prime esperienze di salita sul van non sono legate al trasporto, il cavallo capirà che ha poco da temere dall’entrata nel van, e le volte successive vi entrerà molto più agevolmente.

Come Addestrarlo

Se fin da puledro il cavallo sarà addestrato al trasporto tutto risulterà facilitato.

Per educare il puledro solitamente si fa salire la madre sul van, e facilmente il puledro la seguirà.

Questo meccanismo imitativo funziona sia perché il cavallo è portato a seguire la madre in tutto, sia perché osservando la madre vede che non vi è nessun pericolo nel salire sul van.

Essenziale inoltre perché il cavallo impari a salire sul van è che prenda confidenza con il veicolo.

Il mezzo di trasporto infatti, se non conosciuto, incute timore di per sé.

Quindi è bene trascorrere molto tempo a girare intorno al veicolo, ad annusarlo, ed a prendervi confidenza, con l’addestratore al fianco calmo e tranquillo in modo che trasmetta l’idea che del veicolo non vi è da aver paura.

Per far avvicinare il cavallo e fargli prendere ancor più confidenza con il mezzo si utilizzerà poi del cibo appetitoso.

Si posizionerà del cibo all’inizio della rampa, e si aspetterà fino a che il cavallo non lo mangia.

Poi si proseguirà a posizionare il cibo sempre più in alto sulla rampa e fin dentro al veicolo.

Con molta pazienza, e diverse sedute a disposizione, questo costituisce un metodo molto efficace per insegnare al cavallo che non deve temere nulla dal mezzo di trasporto.

About

Comments are closed.

Scroll To Top