Home / Sport / Sport Equestri / Durante il Viaggio

Durante il Viaggio

Durante il Viaggio

Il cavallo è sottoposto, nella maggior parte dei casi, ad un forte stress durante il trasporto.

Il livello di sforzo fisico e psicologico dipende molto da cavallo a cavallo, infatti un soggetto ben allenato ed abituato ad essere trasportato arriva ad affrontare il viaggio con molta naturalezza e senza grossi problemi.

Nella maggior parte dei casi però il trasporto è per il cavallo un momento difficile. Si ritroverà per diverse ore costretto in uno spazio angusto, senza libertà di muoversi.

Numerosi saranno gli odori ed i rumori nuovi lungo il tragitto.

Il tutto solitamente affrontato in una condizione di solitudine, che per il cavallo è di per sé fonte di stress.

Anche lo sforzo fisico cui è sottoposto il cavallo non è da trascurare, basti pensare all’eventualità in cui fossimo noi ad essere trasportati su un autobus, in piedi, e bendati.

Saremmo costretti a continui aggiustamenti repentini del nostro equilibrio, per non cadere per terra.

Nella stessa condizione è il cavallo, che non sa quando arriveranno frenate, accelerazioni, o curve.

L’animale dovrà pertanto reagire rapidamente ad ogni sbilanciamento per ritrovare il corretto equilibrio.

Mangiare e Bere

Il cavallo è un animale che consuma molto cibo e molta acqua, ma non in caso di trasporto.

Lo stress da trasporto influisce infatti sull’alimentazione e sull’abbeveraggio.

Ciò fa ben comprendere al cavaliere come sia stressante per l’animale il momento del trasporto.

Per quanto riguarda il cibo non dovremmo comunque mai esagerare con le dosi durante il viaggio o nei momenti immediatamente precedenti.

Il trasporto genera di per sé forte impegno fisico ed innalzamento della temperatura corporea, quindi non è indicato affaticare l’animale con una fase di digestione importante, che contribuirebbe ad aumentare ulteriormente la sua temperatura corporea.

Invece abbeverarsi in modo sistematico è molto importante prima e durante un trasporto.

Il cavallo tende a non bere, ed i liquidi persi con la sudorazione sono molti, sia per la fatica fisica, sia per il calore.

Per compensare i liquidi persi durante il trasporto è bene quindi programmare soste e pause con lo scopo di far bere il cavallo, per evitare pericolosi casi di disidratazione.

Riposo

Poiché il trasporto è un momento critico e faticoso per il cavallo, è necessario che sia ben riposato prima di intraprendere un viaggio.

E’ bene quindi che prima di un trasporto il cavallo abbia tempo e spazio a disposizione per rilassarsi e dormire.

Sedativi e Feromoni

Per tranquillizzare i cavalli più irrequieti, durante il trasporto è abbastanza diffuso l’uso di sedativi o di feromoni.

I sedativi vengono somministrati al cavallo, mentre i feromoni vengono di solito sparsi all’interno del van.

Sia i feromoni che i sedativi hanno l’effetto di tranquillizzare il cavallo durante il trasporto.

E’ bene ricorrere a questi sistemi solo in casi critici, poiché sono pratiche che presentano anche degli svantaggi.

Ad esempio il cavallo, poiché sedato, ha una minor stabilità ed equilibrio.

Aumentano quindi le probabilità di caduta, traumi, e lesioni.

About lorenzo

Comments are closed.

Scroll To Top