Ultime News
Home / Razze Equine / Italia / Asino romagnolo

Asino romagnolo

Asino romagnolo

Il nome parla chiaro e ci svela immediatamente l’origine di questo animale. Ci troviamo in Emilia Romagna appunto, terra natìa dell’asino romagnolo, anche se, secondo diversi studi, pare che le sue origini più profonde debbano essere rintracciate in Puglia, in quanto sottorazza dell’asino pugliese.

Durante i primi del 900, l‘asino romagnolo era molto apprezzato per il trasporto su soma o il traino leggero. Era l’animale che meglio si confaceva alle esigenze di quei tempi tanto da annoverarne ben 41 esemplari nel Regio Deposito Stalloni.

Vediamo quindi ora la sua scheda con le principali caratteristiche fisiche.

Testa: Lineare, equilibrata e proporzionata alle misure del resto del corpo. Le orecchie sono dritte, gli occhi grandi contrastano un po’ con le narici piccole ma nel complesso la struttura risulta idonea all’intero assetto anatomico;

Collo: Possente e muscoloso, esprime forza e tenacia nella sopportazione del lavoro;

Linea dorsale: Sostenuta;

Arti: Forti e nerboruti anche se gli stinchi non risultano essere particolarmente sviluppati;

Appiombi: Regolari;

Piede: Proporzionato alle misure dell’animale;

Temperamento: L’asino romagnolo sembra richiamare la caratteristica tipica del carattere della sua terra. È vivace, gioviale e mansueto in fase lavorativa.

Andature: Il suo trotto è frizzante e riesce a mantenerlo anche per molto tempo. Dotato di grande resistenza e affidabilità nelle lunghe tratte.

Circonferenza toracica: maschio 150, femmina 140

Circonferenza stinco: maschio 18, femmina 17

Altezza al garrese: maschio 135 – 155, femmina 130 – 145

 

Ti è stata utile la nostra scheda? Hai scoperto qualcosa che non sapevi sull’asino romagnolo? Se vuoi scoprire tante altre cose sui cavalli o chiederci di tue particolari curiosità, ti aspettiamo qui sul sito nei nostri spazi riservati ai commenti.

 

 

About marcof

Scroll To Top