Ultime News
Home / Il Cavallo / Socializzazione / Le Relazioni Sociali del Cavallo: Il Branco

Le Relazioni Sociali del Cavallo: Il Branco

Le Relazioni Sociali del Cavallo: Il Branco

Che il cavallo sia un animale da branco è risaputo.

Tuttavia sono poche le persone che realmente comprendono cosa ciò significhi, e quali privazioni comporti per un cavallo l’essere isolato o separato dai suoi simili.

Il Branco

Il cavallo allo stato brado tende ad associarsi a suoi simili e a costituire branchi.

La vita in branco comporta seguire precise regole di vita, che sono fondamentali per assicurare la sicurezza, la stabilità, e la sopravvivenza del branco stesso.

La piccola società che si crea all’interno di un branco non è assolutamente paritaria.

Esiste invece una ben precisa gerarchia sociale, con un leader, e dove i soggetti più grandi, forti, e anziani dominano gerarchicamente gli altri soggetti.

Le dinamiche sociali di un branco di cavalli sono molto simili a quelle umane.

Anche tra i cavalli, i puledri tendono a stare insieme tra di loro (al pari dei nostri teenager).

Come pure si sviluppano relazioni a due, molto simili alla nostra “amicizia”, che non sono assolutamente legate a motivazioni sessuali.

Relazioni Sociali Ben Definite

La gerarchia del branco si determina anche tramite scontri e conflitti.

Tuttavia, una volta stabilite le rispettive posizioni di forza, non è più necessario che queste prove di forza vengano costantemente ripetute.

All’interno del branco si generano quindi una serie di precisi rapporti di dominanza, anche molto complessi, che sono ben chiari a tutti gli appartenenti al branco.

Si genera quindi una sorta di società, di cui tutti conoscono le regole, che garantisce la stabilità e la coesione del branco, che in questo modo può dedicarsi alle sue attività , come alimentarsi e spostarsi verso nuovi pascoli o fonti d’acqua.

Il branco tende quindi a presentare un numero limitato di conflitti interni, a patto che goda di spazi adeguati, poiché la vicinanza troppo stretta di un soggetto dominato viene spesso percepita come una provocazione e messa in discussione della posizione di leadership.

Problematiche della Vita con l’Uomo

Con l’addomesticamento del cavallo si sono incrementati i conflitti tra i componenti di un branco.

Il motivo è presto spiegato: gli spazi ristretti, ed il cibo somministrato in spazi ancor più ristretti.

Se in una radura un cavallo subordinato brucherà a debita da un cavallo dominante, ciò non è possibile all’interno di un recinto, soprattutto se il cibo non è diffuso ma è all’interno di una sola mangiatoia.

Ecco come quindi anche in questo caso la responsabilità di eventuali litigiosità non sia assolutamente degli animali, quanto dell’uomo, che si ostina a non comprendere i normali meccanismi sociali del cavallo.

E si tratta di un punto nodale, che può fare la differenza tra un cavallo depresso o felice.

In un recinto si tende infatti a tenere separati soggetti che hanno mostrato litigiosità tra di loro.

Tuttavia si ignora come una litigiosità iniziale sia normale, e svanirà una volta stabiliti i rapporti di forza.

Oppure si ignora come la litigiosità potrebbe essere eliminata suddividendo il cibo tra diverse mangiatoie, tenute a debita distanza.

Può sembrare una cosa da poco, ma separare un animale nato per vivere in branco dai suoi simili gli provoca un enorme stress.

Con un minimo di attenzione è quindi possibile lasciar interagire liberamente i cavalli tra di loro (con i dovuto spazi), in modo che vivano felici secondo le regole con cui la natura li ha creati.

Spesso invece errori umani, e scarsa consapevolezza della natura equina, portano a cavalli che sono l’equivalente dei nostri carcerati, obbligati all’isolamento anche quando se ne potrebbe fare decisamente a meno.

About onlygio

Informatico, idealista, curioso
  • Horse12

    Il cavallo deve stare il più possibile vicino ad un altro cavallo o ad altri animali come asini, capre, pecore ma attenzione a cani e gatti: il cane può significare per il cavallo un predatore, mentre il gatto potrebbe sgraffiare il muso, la pancia e le cosce.

    • Horse12

      Anche bardotti e muli vanno bene.

Scroll To Top