Ultime News
Home / Addestramento / Insegnare con Dolcezza / Comunicare col Cavallo

Comunicare col Cavallo

Comunicare col Cavallo

Esistono tanti modi per l’uomo di comunicare col cavallo.

Anzitutto, va ricordata una cosa tanto banale quanto basilare: non si può pretendere che un cavallo, come qualsiasi altro animale, riesca a comprendere il linguaggio umano, non ne ha le facoltà.

Pertanto è l’uomo, più intelligente del cavallo, a doversi adattare per capire i messaggi del cavallo e per trasmettere i suoi in modo comprensibile.

Affermare il Proprio Ruolo

I cavalli sono animali da branco, naturalmente portati ad avere relazioni sociali ben definite nei loro ruoli.

In particolare in ogni branco si identifica uno stallone alfa, riconosciuto come guida dagli altri membri.

In un certo senso l’uomo è riconosciuto dal cavallo come un capobranco, un soggetto guida.

Da questo elemento è facile capire i motivi del successo della relazione uomo-cavallo: il cavallo è naturalmente portato a riconoscere un soggetto leader ed a seguirne le indicazioni.

Per rafforzare la percezione del proprio ruolo di leader ogni cavaliere può utilizzare interessanti tecniche che replicano i normali comportamenti dei cavalli.

Il maschio dominante di un branco spesso ricorda la sua autorità sugli altri componenti del branco avvicinandosi ed appoggiando il proprio collo sul loro.

L’uomo può in un certo senso imitare questo comportamento e, appoggiando una mano sul collo del cavallo poco dietro alle orecchie, esercitare una decisa pressione verso il basso.

Trasmettere Affetto

Il puledro negli istanti successivi al parto, viene lungamente leccato dalla madre su tutto il corpo, per liberarlo dai resti della placenta.

Quello che rimane al puledro è una gran sensazione di affetto che può essere rievocata anche dall’uomo.

Non si pretende che si debba leccare il cavallo, ovviamente, ma il ricorso a carezze lungo tutto il corpo dell’animale potrebbe procurare a quest’ultimo le stesse sensazioni di benessere di quei momenti chiave della sua esistenza.

Comprendere il Cavallo

Comunicare col cavallo non vuol dire solo saper trasmettere dei messaggi in modo da essere capiti.

Vuol dire anche saper leggere i diversi comportamenti del cavallo, per capire il suo stato di forma ed i suoi sentimenti in quel preciso momento.

La bravura nel riconoscere i segnali che il cavallo ci manda è una dote molto importante per un cavaliere, e si tratta di una dote che non si improvvisa.

Ad esempio per un cavallo calciarsi i fianchi potrebbe essere un segnale di coliche, mentre un segnale simile che è mordersi i fianchi può essere segno di stress derivante dall’impossibilità di avere accesso ad una femmina presente nelle vicinanze.

E’ bene quindi documentarsi su cosa vogliono dire tutti i vari comportamenti del cavallo: è un piccolo investimento in termini di tempo ma è anche il primo passo per diventare dei veri esperti di cavalli.

About aldo

Consulente Web Marketing - SEO & SEM
  • Io cerco di capire lui e lui riesce a capire me!
    Quando sono a contatto con i cavalli tutti i miei pensieri volano via.

Scroll To Top